home
cerca nel sito
Fundraising.it

Idee e strumenti per fare fundraising
 

by Redazione
13.12.2007

Valutare la qualità in sanità

Valutare la qualità in sanità Il volume, che descrive la sanità pubblica, è diviso in cinque parti di cui la prima si prefigge l’ obiettivo di definire il contesto della qualità in sanità ed all’ interno di questa sezione i saggi di Achille Ardigò e Giovanna Vicarelli cercano di essere una utile guida per chi desidera inoltrarsi nell’ inquieto mare magnum rappresentato dalla qualità in sanità. Per riuscire a dare una definizione di qualità delle cure sanitarie, bisogna capire in qua-le momento storico si è evidenziato l’ interesse nei confronti della qualità delle cure per la salute e quali sono i motivi per cui nella società e nel periodo in cui viviamo si sta imponendo sempre più una profonda e sentita richiesta di qualità. Il problema della qualità nella valutazione delle cure per la salute è emerso in modo graduale e differenziato ed ha portato ad una frequente revisione dei rapporti tra me-dici e pazienti, tra domanda ed offerta di cure ( Ardigò, 2002). Per quanto concerne la qualità come nuovo orientamento delle politiche sanitarie, con l’ approvazione del Piano Sanitario Nazionale per il periodo 1998- 2000, si stabilisce che la qualità sia l’obiettivo prioritario del SSN e che la qualità dell’ assistenza sia il fulcro attorno a cui dovrà ruotare l’organizzazione della struttura sanitaria. Quindi nel momento in cui si parla di un “Programma nazionale per la qualità” si fa riferimento sia agli aspetti organizzativo – gestionali, sia a quelli professionali, sia a quelli sociali e relazionali della qualità. (Vicarelli, 2002). La seconda parte è interamente rivolta alla valutazione della qualità dal punto di vista del cittadino e per questo è sicuramente quella di maggior interesse sociologico, anche perché i contribuiti racchiusi in questa parte mettono in relazione il punto di vista del cittadino con quello dell’ organizzazione e del professionista, che sono gli altri due attori chiave del sistema sanitario. La terza parte dà voce all’ organizzazione, il cui punto di vista sicuramente predominante nelle analisi di qualità , presenta una forte discrasia con il punto di vista dell’ utente e con quello degli operatori, di cui si occupa la quarta parte del testo. La quinta parte (dalla valutazione alla gestione integrata della qualità ) propone una reale integrazione tra i tre punti di vista suddetti ed il saggio conclusivo di Giarelli testimonia questo sforzo. Ti interessa? Lo vuoi acquistare? Acquistalo online da Ibs.it, il nostro partner di fiducia per la vendita online dei migliori libri per il nonprofit. Se lo vuoi acquistare clicca qui Valutare la qualità in sanità. Approcci, metodologie e strumenti C. Cipolla, G. Giarelli, L. Altieri (a cura di) Franco Angeli, Milano, 2002 pag. 480




Fundraising news
nome
cognome
e-mail
Ho letto l'informativa su Privacy e Termini di Utilizzo e presto il mio consenso

iscriviti alla nostra newsletter
invia
Categorie news

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK