home
cerca nel sito
Fundraising.it

Idee e strumenti per fare fundraising
 

by Francesco
07.03.2014

Il donatore distratto: come coinvolgerlo e farlo donare

Raggiungere il donatore e farsi "ascoltare", far capire cosa fa la propria organizzazione nonprofit e perchè raccogliere fondi è sempre più difficile. Il rumore di sottofondo della vita (lavoro, famiglia, salute) lascia poco spazio alla organizzazione nonprofit per farsi "sentire".

Il più grande concorrente del fundraiser oggigiorno non è l'organizzazione nonprofit rivale, ma tutto ciò che amplifica il rumore, che distrae la mente del nostro donatore: vuoi lo stress lavorativo o la vita quotidiana e le sue difficoltà e impegni.

E come possiamo farci sentire? Come possiamo raccogliere fondi in questo scenario?

Il suggerimento è:

  1. di arrivare al punto, di farci capire, velocemente: non perdiamoci in preamboli, il donatore non ha tempo e ci può dedicare solamente un po' del suo tempo, un pixel all'interno della sua memoria visiva e della sua attenzione.
  2. non creare altro rumore, ma creare messaggi che siano tangibili, memorabili ed ispirino il donatore all'azione. Non devono essere messaggi disperati, ma di speranza. Non devono essere l'ennesimo annuncio, ma un inizio di conversazione con il donatore che lo invogli ad approfondire.

Quanto tempo abbiamo per fare tutto ciò e raggiungere il donatore? 15 secondi non un millesimo di più

La tecnica migliore per raggiungere la mente del donatore è l'uso dell'analogia. Nel prossimo articolo vi spiegherò come.




Fundraising news
nome
cognome
e-mail
Ho letto l'informativa su Privacy e Termini di Utilizzo e presto il mio consenso

iscriviti alla nostra newsletter
invia
Categorie news

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK