home
cerca nel sito
Fundraising.it

Idee e strumenti per fare fundraising
 

by Francesco Santini
06.02.2015

Imparare dai propri errori: un sms errato e poi...

L’organizzazione americana Dosomething.org recentemente è incappata in una svista, un errore, ma è riuscita a imparare dal proprio errore e uscirne al meglio. Beth Kanter nel suo blog ci spiega cosa è accaduto.

Cosa è successo?

Invece di inviare un sms ad una parte del proprio database (identificato come giovani ragazzi/e ebree a cui proporre attività di volontariato per il giorno di Thanksgiving a favore di una onp ebrea) è stato inviato il messaggio all’intera lista di oltre due milioni di contatti di giovani attivisti presenti nel database. Di questi due milioni oltre 11.000 hanno risposto con messaggi molto differenti: chi confuso ne chiedeva spiegazione, chi arrabbiato, chi persino con messaggi antisemiti, altri invece solo divertiti dall’errore.

Domande

Lo staff di Dosomething.org si è posto delle domande:

  • Bisogna rimuovere dal database chi ha mandato risposte con toni di odio e antisemitismo?
  • Come riconquistare la fiducia degli attivisti visto l’errore fatto?
  • Come far si che il problema non si ripresenti?

Come Dosomething.org è corsa ai ripari?

  1. La fase operativa ha previsto prima di tutto un contatto con quei giovani che avevano risposto con messaggi antisemiti o simili all’sms iniziando un dialogo con loro su quando accaduto.
  2. Poi si è passati alle scuse, utilizzando una playlist di Spotify e inviandola via messaggio a 11.500 persone che avevano risposto all’sms errato. Di questi circa 1/3 ha cliccato sulla playlist: il più alto click rate per un link inviato tramite sms-
  3. In ultimo si è modificato il sistema di invio di sms e email massive evitando che il tutto sia nelle facoltà di una sola persona (che può sempre cadere in errore) ma attivando un processo con controllo multiplo prima dell’invio.



Fundraising news
nome
cognome
e-mail
Ho letto l'informativa su Privacy e Termini di Utilizzo e presto il mio consenso

iscriviti alla nostra newsletter
invia
Categorie news

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK