home
cerca nel sito
Fundraising.it

Idee e strumenti per fare fundraising
 

by Redazione
16.02.2009

Perchè le offerte alla Chiesa Cattolica diminuiscono?

Don Gino Rigoldi ha recentemente scritto un breve ma significativo articolo su un tema non sempre al centro dell'attenzione degli organi di stampa quando si parla di fundraising. L'articolo tratta del perchè vi è un del calo delle offerte alla Chiesa Cattolica.
Il fundraising della Chiesa Cattolica pare infatti essere un malato cronico. Lo dimostrano i dati della raccolta fondi dell'otto per mille che nel 2008 hanno subito un piccolo ma significativo calo.
Se si tiene in considerazione che l'otto per mille non è una reale attività di raccolta fondi da parte della Chiesa in quanto la scelta di destinazione dell'otto per mille anche se non espressa viene comunque conteggiata, si può prendere come dato allarmante il calo delle offerte dirette per il sostentamento del clero. Nel 1998 erano di 21 milioni di euro, nel 2007, ovvero 9 anni dopo, sono di 17 milioni di euro!!!
Cosa fare dunque?

  1. L'otto per mille sebbene assicuri forti entrate è anche un'arma a doppio taglio per la Chiesa Cattolica in quanto manca totalmente di quel principio di reciprocità e libertà di scelta proprio delle donazioni liberali. Anche se non firmi comunque il tuo otto per mille viene redistribuito tra i partecipanti al cinque per mille

  2. Da questa considerazione deriva secondo me la necessità per la Chiesa Cattolica di rimettere al centro, come dice Don Riboldi, l'occuparsi dei desideri, dei bisogni, delle domande dei propri donatori. Non è con la pubblicità dell'otto per mille che si convincono i donatori cattolici ad apporre la propria firma. La migliore pubblicità è quella data dal servizio costante dei sacerdoti nelle parrocchie ad esempio

  3. Da qui ci si muove per capire come è meglio definire il fundraising per la Chiesa Cattolica nel futuro: sarebbe necessario pensare ad un costante calo dell'otto per mille e ad un abbandono di questa "facile" forma di finanziamento per una più difficile ma, nel lungo termine, maggiormente redditizia (sia economicamente ma anche nel rapporto di fidelizzazione del donatore cattolico) attività di fundraising svolta a livello locale (diocesi, parrocchie). Attività che vada oltre a quelle scarse attività a volte presenti, a volte spontanee ma poco organizzate che vengono realizzate a livello di diocesi o di parrocchia [foto di Mossaiq sotto licenza creative commons]. Pensiamo ad un mailing a livello parrocchiale (non lo è già, spesso non ben strutturato, la raccolta fondi per le benedizioni pasquali un misto fra mailing e face-to-face fundraising?) o a grande eventi realmente significativi e partecipati a livello di diocesi




Fundraising news
nome
cognome
e-mail
Ho letto l'informativa su Privacy e Termini di Utilizzo e presto il mio consenso

iscriviti alla nostra newsletter
invia
Categorie news

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK