home
cerca nel sito
Fundraising.it

Idee e strumenti per fare fundraising
 

by Redazione
04.07.2006

Dona o non dona? Non dare solo emozioni

Violenza, affetto, colpa, tristezza: fate attenzione all'uso delle emozioni. A volte sono positive e profonde, ma non bisogna basare il fund raising solo sulle emozioni.
Le emozioni sono spesso sensazioni transitorie, quello invece che deve costruire una organizzazione nonprofit sono valori da comunicare, un messaggio educativo da portare al donatore per creare una connessione profonda tra lui e l'organizzazione.
Non dobbiamo dunque toccare solamente il cuore (e per questo non dobbiamo smettere di "emozionare" i donatori e i potenziali tali) ma anche il cervello. Dunque quando raccogliamo fondi non chiedamoci solamente quale emozione susciteremo ma anche:

  • Capiranno i donatori il perchè di quello che facciamo? Capiranno il senso profondo del nostro agire e non si fermeranno solamente alla "prima emozione"?
  • Cerchiamo il loro supporto dando un senso di speranza e possibilità o solamente facendo forza sul senso di colpa e la paura?

Le emozioni devono aiutare il donatore a capire meglio il lavoro svolto dalla organizzazione nonprofit e dall'altra parte l'organizzazione nonprofit ha l'occasione di creare un legame più forte con il donatore non solamente "emozionando" ma anche creando un legame più profondo, l'unico che porterà il donatore a donare anche nel lungo periodo.




Fundraising news
nome
cognome
e-mail
Ho letto l'informativa su Privacy e Termini di Utilizzo e presto il mio consenso

iscriviti alla nostra newsletter
invia
Categorie news

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK