Raccolta Fondi Dalle Imprese
Tecniche di Fundraising

Raccolta fondi dalle imprese, si può fare!

Sempre più organizzazioni iniziano programmi di raccolta fondi dalle imprese.

Ma ancore troppe ritengono che contattare le aziende per chiedere una donazione o meglio, creare una relazione duratura nel tempo, sia fuori dalla loro portata perché troppo piccole.

In realtà non sono le dimensioni dell’organizzazione nonprofit o dell’azienda profit che contano nella raccolta fondi dalle imprese. Conta prima di tutto il progetto e la condivisione degli obiettivi. Partendo da questi presupposti, chiunque può costruire una partership win-win tra mondo nonprofit e mondo profit.

Intervista a Elisabetta Tognazzi di CESVI

Elisabetta Tognazzi di CESVI ha concesso un’intervista a Fundraising.it raccontandoci due casi concreti di corporate fundraising con Duracell e A2A Energia. La raccolta fondi dalle imprese che funziona.

Qual è stato il percorso che avete dovuto affrontare per raggiungere a una donazione da queste due aziende?

Dopo una fase di contatto iniziale e di presentazione di Cesvi e dei suoi progetti, è stato determinante capire gli obiettivi di business delle due aziende, per presentare delle proposte di attività congiunte che agevolassero il raggiungimento di questi risultati.

Le aziende ricevono tante proposte di finanziamento da parte di ONP, e i progetti sono tutti meritevoli: capire l’azienda e le sue dinamiche può fare la differenza.

Su cosa avete puntato per attuare una strategia win-win?

Partendo dalla comprensione degli obiettivi di business, abbiamo coinvolto diverse figure del team Fundraising (oltre al corporate, il digital, il responsabile eventi).
E del team Comunicazione, in un brainstorming che portasse ad un’idea davvero vincente, come fossimo un’agenzia creativa. A questo step, è seguito un confronto con l’azienda che ha validato o arricchito le nostre idee.

Anche una piccola Onp può ripetere la vostra esperienza?

La dimensione della ONP non è necessariamente determinante per ottenere il finanziamento.
Ma è importante la sua capacità di ascolto, la comprensione della realtà aziendale, l’originalità dell’idea presentata.

 

Per saperne di più non perdete Cesvi racconta le partnership con Duracell e A2A, all’insegna della comunicazione integrata con Elisabetta Tognazzi e Roberto Vignola solo al Festival del Fundraising.

 

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *