Donor Love La Fortuna Di Ringraziare Il Donatore
Storie di nonprofit

Donor Love, la fortuna di poter ringraziare il donatore

I fundraiser e le organizzazioni nonprofit sono fortunate. Siete molto fortunati. Avete la possibilità  di ringraziare i vostri donatori. E farlo con le tecniche di donor love.

E lo potete fare perché conoscete il vostro donatore!

Ma sapete che ci sono persone che farebbero di tutto per ringraziare i propri donatori ma che non possono farlo? Sono le persone che hanno ricevuto un trapianto. Un qualsiasi trapianto.

La legge proibisce di conoscere il donatore che ha salvato la loro vita.

Eppure questi pazienti scrivono delle lettere di ringraziamento fantastiche ad anonime persone. Un vero esempio di donor love!

La lettera di ringraziamento di una paziente al suo donatore di midollo osseo

Caro Donatore,

Ho deciso di scriverti la lettera in vista del tuo compleanno per augurarti tutta la felicità del mondo e una vita serena. Quella vita che tu mi hai regalato grazie al tuo gesto, un gesto che nemmeno le parole possono descrivere. Questa lettera per me rappresenta un piccolo regalo che voglio farti (purtroppo non ci conosceremo mai) per ringraziarti dell’ opportunità che mi hai dato di vivere. Quella vita che purtroppo la Leucemia stava spegnendo piano piano dentro di me. Ma prima di tutto voglio ringraziarti per vari motivi: grazie per tutte quelle volte che sarò felice e arrabbiata, grazie perché avrò l’opportunità di realizzare tutti i miei sogni, grazie perché un giorno potrò stringere in braccio e miei figli e vederli diventare genitori, grazie perché mi potrò innamorare e rimanere delusa dall’amore, grazie per i tanti compleanni che festeggerò, grazie per avermi dato l’occasione di girare il modo, grazie perché potrò stare ancora con la mia famiglia,ma soprattutto

GRAZIE PERCHÉPOTRÒ’ VIVERE.

La notte prima il mio pensiero fisso eri tu, pensavo “uno sconosciuto da qualche parte del Portogallo sta facendo tutto questo per me e nemmeno mi conosce” quell’idea tuttora mi ronza nella testa perché prima del trapianto avevo perso fiducia nell’umanità vedevo solo cattiveria in giro. Invece il tuo gesto e di molte altre persone che come a me hanno fatto un trapianto di midollo mi ha fatto capire che ancora ci sono persone buone in questo mondo.

“Solo donando parte di se stessi agli altri, senza pretendere nulla in cambio, si può definire una vita degna di questo nome.”

G.G.

Questa lettera è potentissima. È DonorLove allo stato puro.

 

 

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *