Come Fare Fundraising Con Facebook Fundraising.it
Tecniche di Fundraising

10 regole per fare fundraising con Facebook

Il 29% dei donatori online sostiene che i Social Media sono lo strumento di comunicazione che più li sprona a donare.

Pensa che i Social Media portano il 57% del traffico verso le pagine delle campagne di raccolta fondi.

Integrare una strategia Facebook nel tuo piano di raccolta fondi è quindi un ottimo alleato per raccogliere fondi in maniera smart e social!

Carlotta Petti (Docente del Master in Fundraising) e Alessandra Piraino (Studentessa del Master in Fundraising 2021) ti daranno alcuni consigli per creare campagne social di successo per il fundraising. 

 10 regole per fare fundraising con Facebook da stamparti e appendere al muro di fronte a te tutte le volte che dovrai pensare ad una nuova campagna social!

Continua a leggere per scoprirle tutte 👇

Cosa troverai in questo articolo

1. Trova il tuo tono di voce (prima di iniziare!)

Definisci il tuo tono di voce per iniziare a fare fundraising con Facebook.

Il segreto è immaginare di parlare con qualcuno: immagina la tua nonprofit come se fosse un personaggio. Come lo vedi? Come parla? E’ spiritoso, serio o istituzionale? Definisci chi sei e come ti vuoi rivolgere al tuo pubblico, poi personalizza la tua pagina Facebook e raccontati come hai deciso di raccontarti. 

Stabilisci il tono di voce che vuoi utilizzare sulla prima pagina del tuo piano editoriale e ricordalo per tutti i tuoi contenuti. 

Ricorda: l’utente impara a conoscerti da come scrivi, se cambi modo di parlare poi c’è il rischio che non ti riconosca più! 

Ora è il momento di decidere a chi stai parlando

Definisci il tuo target di riferimento: sono studenti, addetti ai lavori, un pubblico generico a cui sta a cuore la tua causa? Abbi in mente il tuo pubblico e prima di parlargli, ascoltalo e impara a studiarlo. Solo così potrà essere sempre più interessato ai tuoi contenuti perché vuol dire che sono quelli che si aspetta di leggere.

 2. Personalizza il più possibile

É ora di cominciare scegliendo la tua identità coordinata.

Personalizza, personalizza e ancora personalizza: inserisci il logo della tua nonprofit, un’immagine di copertina, scrivi chi sei e cosa fai. Personalizza i bottoni, le tab e le tue CTA (call to action). 

Senza dimenticare MAI il mobile! Tutti i tuoi post dovranno parlare all’unisono, con un’unica voce di un unico brand. Scegli il colore o i colori che ti rappresentano e crea un feed coordinato con l’immagine che hai scelto di rappresentare. Fare fundraising con Facebook significa considerare soprattutto la parte mobile!

Facebook Fundraising.it

3. Sii originale: sbalordiscili!

Blocca lo scroll.

Oggi tutti scrolliamo sui social media, giù, giù, giù fino a che non arriva quel contenuto che ti colpisce e che ti fa fermare. Devi essere quel contenuto! Ormai Facebook ha “ammazzato” l’organico che viene mostrato a un pubblico sempre più ristretto di utenti. Il tuo obiettivo non deve essere quello di “andare a caccia di like”.

“Fai il tuo lavoro così bene che tutti vorranno rivederlo con i loro amici” 

questa è una famosa frase di Walt Disney che rappresenta bene quello che deve essere il tuo obiettivo: la condivisione.

La chiave del successo dei tuoi post è, infatti, la condivisione dei tuoi contenuti con altri utenti solo così il tuo post potrà avere successo, aumentare le visualizzazioni e portare agli obiettivi che avevi in mente quando l’hai pensato: raccolta di lead, visite al sito oppure aumentare la brand awareness.

Sii originale: devi essere rilevante per il tuo pubblico. Fai una grafica che colpisce!

 

4. Progetta il tuo piano editoriale

Disegna una strategia, implementala e (soprattutto) misurala.

Anche per fare fundraising con Facebook devi considerare che il piano è fondamentale.
Dietro ad ogni “bella” pagina Facebook c’è un buon piano editoriale. Prima di tutto bisogna pensare alla linea editoriale: cosa pubblico?

Una volta definita la linea editoriale, si struttura il vero e proprio piano editoriale con i copy e le grafiche secondo le rubriche, i giorni e gli orari decisi.

Come decidere quando e cosa pubblicare?
Facile (sembra!): se hai la fortuna di avere già una pagina Facebook monitora il comportamento dei tuoi follower per capire cosa fanno, quando sono online e quali sono i contenuti che preferisco vedere.

Se, invece, stai costruendo una pagina Facebook da zero: fai il tuo piano, inizia a pubblicare ma non dimenticare che su Facebook il test non finisce mai.

Devi pubblicare e testare che la tua strategia funzioni. Sempre testare, testare e ancora testare.

Quando scrivi i tuoi copy, non dimenticare la grammatica (che orrori che si leggono!) e la punteggiatura e (perchè no) utilizza gli emoji, senza esagerare e sempre in linea con il tono di voce che ti sei dato.

Spiega le immagini che hai inserito e fai in modo tale che tutte le parti del tuo post siano in sinergia.

 5. Coinvolgi e ringrazia

Rispondi sempre ai messaggi e ai commenti.

Coinvolgi il tuo pubblico e ringrazia i tuoi sostenitori. 

Se una persona avvia una raccolta fondi per il suo compleanno decidendo di destinare i fondi alla tua nonprofit: non dimenticare di ringraziare, sempre! Rispondi ai messaggi e ai commenti, soprattutto a quelli negativi.

Ringrazia i donatori, menziona le persone che compaiono nelle tue fotografie e coinvolgi la tua community: sono loro una parte importante del tuo successo.

Se decidi di andare su Facebook, ricorda che si suggerisce di ampliare a una buona strategia di social media management, con una strategia di advertising per essere più capillare e raggiungere tutti i tuoi obiettivi

Ringrazia Messenger Facebook Fundraising.it

6. Definisci per personas

A chi si rivolge il tuo messaggio?

Prima di iniziare una qualsiasi strategia di advertising è importante che tu abbia in mente la persona a cui ti stai rivolgendo. Come è? Quali sono i suoi bisogni? I suoi interessi? Solo così potrai fare una campagna mirata, che parli alle persone giuste.

7. Familiarizza con il (famigerato) Business Manager: è completo e curioso!

Diventerete grandi amici!

Il Business Manager è lo strumento di Facebook per gestire le campagne di advertising.

Prima di tutto, devi implementare lo strumento inserendo una carta di credito valida e il pixel dal tuo sito internet. Prepara una landing page dove far atterrare il pubblico che visualizza la tua campagna e setta le analytics per monitorare in tempo reale tutti i risultati.

Pianifica poi la tua strategia decidendo quanto investire, per quanto tempo, verso quale pubblico di riferimento e soprattutto cosa mostrare, ovvero la creatività.

8. Pianifica le tue campagne

Poniti degli obiettivi e lavora per raggiungerli.

La campagna è il cuore dell’advertising. Ogni campagna Facebook è suddivisa in gruppi di inserzioni e per ogni gruppo di inserzioni puoi creare inserzioni infinite.

Avvia quindi una campagna avendo in mente la tua persona di riferimento e, soprattutto, l’obiettivo che vuoi raggiungere. Per ogni campagna, Facebook ti pone davanti alla scelta di uno, e uno solo, obiettivo tra una lista (conversioni, visita sito web, interazioni, copertura, messaggi…).

Scegli ora il tuo budget e il gioco è fatto!

9. Costruisci il tuo pubblico

Segmenta e definisci il target per farlo sentire sempre unico.

La chiave del successo delle Facebook ads è riuscire a mostrare il messaggio giusto alla persona giusta.

La parte di definizione del pubblico è fondamentale. Puoi creare un “pubblico personalizzato”, oppure un “pubblico simile” creato da Facebook in base alle indicazioni che gli dai tu. Puoi includere o escludere dei pubblici, definirli in base all’età, sesso, luogo, lavoro ed interessi: Facebook ti dà in mano uno strumento molto prezioso per arrivare proprio al pubblico di tuo interesse…maneggialo con cura!

10. Crea la tua inserzione

Copy, grafica e messaggi per centrare i tuoi obiettivi.

E ora…divertiamoci! Dopo aver pianificato tutto è il momento di dedicarci alla creatività: crea un copy accattivante dedicato al pubblico di riferimento, sii coinvolgente e scegli una grafica efficace: un video, un carosello, un’immagine o una serie di immagini. La creatività non ha confini.

Un consiglio: scegli immagini di persone sorridenti che guardano dritto nello schermo il tuo pubblico, non mettere persone di profilo e poni il tuo soggetto sulla sinistra.

 

E ora puoi iniziare a fare fundraising con Facebook!

Buon lavoro! 💪🏻

 

Imgpsh Fullsize Anim (4)

Carlotta
Petti

Docente Master in Fundraising
Piraino

Alessandra
Piraino

Studentessa Master in Fundraising 2021